100Km del Passatore - Logo Home Page
100Km del Passatore - Home
 

Logo Fidal e iuta

100Km del Passatore - Trittico di Romagna







100Km del Passatore - Banner gruppo sportivo


Il passator baricellese

di Giulia Zanetti

www.100kmdisolidarieta.it

tratto da "Il Municipio" 2007


Sabato 26 Maggio, alle 8 del mattino, un gruppo di baricellesi e non partiva da San Gabriele al grido di “non molliamo mai” (ben impresso sulle loro magliette) in direzione Firenze. Nel gruppo spiccavano gli occhi impazienti di Willj Gugliemi, il vero protagonista di questa storia pronto a partecipare alla 35° edizione del passatore: 100 km di corsa da Firenze a Faenza!
Willj ha sempre amato correre ma ormai finiti i tempi da professionista come velocista ha deciso, all’età di 31 anni, di mettersi alla prova affrontando una gara incredibile e quasi impensabile come l’ultramaratona!
Così il racconto che seguirà vuole essere la storia di un avventura vissuta in nome della passione per uno sport unico come la corsa, perché davvero questa volta l’importante non era vincere ma partecipare…e soprattutto partecipare
con gli amici, indispensabili sia dal punto di vita fisico che psicologico per arrivare fino in fondo!

Sabato 26 maggio 2007

ore 8.30 partenza! Le auto sono piene di borse e ricambi: la corsa affronta un dislivello di 900 metri, la giornata sarà lunga e il tempo non promette bene! Willj ha preparato con cura tutto l’occorrente per un centista: abbondante acqua in comode bottigliette, barrette, sali, 2 cardiofrequenzimetri, 2 canotte, 2 tute, occhiali, torce, frigo e tanto altro…

Ore 9.30
Arrivo a Faenza, dopo una colazione abbondante percorriamo il percorso della gara al contrario…verso Firenze! La strada passa per Brisighella, Marradi, Borgo San Lorenzo e Fiesole! E’ davvero un percorso stupendo e affascinata dal bellissimo panorama quasi mi dimentico che solo dopo poche ore 2300 persone lo affronteranno a piedi…sembra impossibile! Già in macchina sembra lunghissimo!

Ore 12.30
Arrivo in agriturismo, tutti noi ci rallegriamo a suon di Chianti e fiorentina…mentre il povero protagonista della nostra avventura, si accontenta a capotavola di un “triste” piatto di spaghetti al pomodoro! Il tempo passa e l’agitazione sale, appena in tempo per un caffè e alle 2 accompagniamo Willj alla partenza, le ultime raccomandazioni e tutti sono pronti (e pieni!) ai propri posti!

Ore 15.00 La gara ha inizio! Tre del gruppo aspettano Willj nei pressi del terzo km (prima sarebbe stato difficile affiancarlo in bici) mentre noi con le macchine lo aspettiamo intorno al 25esimo come da regolamento! Dopo appena 1h e 8 minuti ecco arrivare i primi “passatori” e la folla si esalta! Dobbiamo aspettare ancora un po’ prima dell’arrivo di Willj ma al suo passaggio la squadra di sostenitori più agguerrita dalla gara parte con i primi cori!!!

ore 19.00
Abbiamo superato i 40 km, Willj sta bene, ha un buon passo e la salita verso la Colla (913m) sembra non spaventarlo: il nostro passatore continua imperterrito a correre!

Ore 20.30 Fa freddo, La colla è vicina, alcuni dei nostri ciclisti si danno il cambio, la salita è davvero dura anche sui pedali! Noi siamo tutti agitati e impazienti, il 50°km è già un grande traguardo e Willj lo taglia alle 20.38 minuti, un po’ stanco ma felice! Mancano ancora 50 km ed è proprio a questo punto che il sostegno degli amici risulta fondamentale! Cala il sole tra le meravigliose colline toscane poi solo voci nel buio! Il traguardo è ancora lontano ma durante il percorso le avventure che ci tengono impegnati sono tantissime: incappiamo in una rissa, in un corridore che dormiva nel fosso, in un anziano passatore poeta che trainando la sua carriola scrive: “io cammino per un mondo di pace”, in atleti diversamente abili che affrontano la gara con uno spirito unico, in bambini piccolissimi che improvvisano ristori davanti a casa, in divertenti scritte a sostegno dei corridori…e in tutto questo il nostro atleta continua a correre….

Ore 23.00 ormai da quando è passata la Colla circa ogni 3 km tutti noi ci riuniamo ad ogni curva per intonare cori di incoraggiamento al pettorale 1233 coinvolgendo anche gente del luogo venuta ad assistere :“ Billo, non mollare mai1”. Willj passa a mani alzate, nel buio si vedono già i segni della stanchezza sul suo viso dimagrito…ma la gara è ancora lunga e tanta la voglia di arrivare fino in fondo.

Ore 23.30 75 km. Decido di unirmi alla corsa di Willj, già affiancato da Mauro Babini , suo amico, passatore per ben 7 anni! I suoi consigli risultano preziosissimi per Willj negli ultimi km! Ormai il freddo è passato, ora sembra una calda notte d’estate, la luna illumina a giorno le distese di prati e tra il grano ci troviamo di fronte ad uno spettacolo davvero unico: centinaia di lucciole che ci indicano la strada!

Ore 12.30 81 km, Willj è senza forze, parla poco e ha gli occhi allucinati. Anche Mauro gli consiglia di rallentare, così decide di fermarsi per la prima volta da quando è partito. Mangia qualcosa al ristoro ma sembra fargli più male che bene! Ma ormai manca “Poco” e tutti noi siamo lì a sostenerlo! Così inizia a camminare e piano piano ricomincia a correre, la crisi è passata completamente e il ritorno del suo passo regolare ci fa scoppiare di gioia!

Ore 1.30 Arrivo a Brisighella, ai corridori aspetta ancora un po’ di salita…ma Willj sembra non rendersi più conto della fatica, torna a sorridere e a scherzare, oramai nei suoi occhi vede già l’arrivo e neanche la seconda crisi che sopraggiunge al km 95 lo fermerà: prova a camminare ancora un po’ così tutti noi ci affianchiamo per sostenerlo, chi di corsa e chi in bici. Manca poco, appena 3 km che Super Billo ricomincia a correre…il Cartello di Faenza sembra un miraggio!Ma è proprio lì davanti ai nostri occhi!

Ore 3.38 Siamo arrivati! All’entrata di Piazza lasciamo percorrere a Willj gli ultimi 100 m da solo! Noi ci piazziamo fuori delle transenne insieme al resto della famiglia che aspettava al traguardo! E tutti insieme intoniamo i cori che hanno accompagnato questa giornata incredibile!

Non dimenticherò mai l’espressione di Willj quando attraversava il traguardo, improvvisamente
sembrava non aver percorso tutta quella strada, ma era il suo momento e nel suo sguardo felice la stanchezza sembrava non esistere! Con 5 kg in meno ma con un importante traguardo nel cuore anche lui potrà davvero dire IO C’ERO!

Willy: “ Grazie a tutti. A chi ha sperato, a chi ha corso, a chi ha urlato, a chi ha pianto e chi ha pregato. Grazie a tutti voi.. A noi che non molliamo mai!”


 


WebMaster
- Daniele Gherardelli-


Associazione Sportiva Dilettantistica
100Km del Passatore
P.I. 01070240393
Traffic counter
 
FIDAL